Get Adobe Flash player

BASILICATA – 23- 28 Giugno

6 GIORNI dal 23 al 28 giugno 2018

La Basilicata è terra antica, dalla cultura millenaria, teatro dei gesta di popolazioni che nei secoli si sono susseguite nel domini di questo territorio. Tanti sono i siti archeologici della regione, testimonianze di età preistoriche, dalla Magna Grecia alle gesta dei Lucani come della grandezza di Roma, dai saraceni ai normanni-svevi, dagli angioini agli aragonesi.

Il Vulture e i castelli federiciani di MELFI e CASTEL LAGOPESOLE, VENOSA- la città di Orazio, il Parco Nazionale di Gallipoli-Cognato con i suggestivi borghi di CASTELMEZZANO e PIETRAPERTOSA, il paese fantasma di CRACO, la cattedrale di ACERENZA, METAPONTO la città di Pitagora e le Tavole Palatine, ALIANO, il paese di Carlo Levi, ROITONDELLA – il ‘paese rotondo’ con il panorama più bello della Basilicata, PISTICCI – con le casedde del dirupo. MATERA, una città rinata, simbolo di storia e Bellezza.


SAB 23 Giu 2018
Volo Venezia/Napoli Federico II in terra lucana:
MELFI, VENOSA

Melfi

Convocazione dei partecipanti alle ore 5h00 PN Fiera – 05h30 piazza Castello PORTOGRUARO e trasferimento con bus riservato alla volta dell’aeroporto di Venezia. Formalità d’imbarco e partenza con volo di linea Easy Jet delle 08h50 con destinazione Napoli ed arrivo alle 09h50. Da qui proseguimento in direzione est, Basilicata settentrionale, montagna del Vulture: la prima sosta è Melfi, adagiata su un colle vulcanico nella parte settentrionale del Vulture, capitale dei Normanni del Sud prima che fosse scelta Palermo e in seguito residenza frequentata da Federico II dal cui castello l’imperatore svevo promulgò le Costituzioni Melfitane, codice unico di leggi per l’intero regno di Sicilia, opera fondamentale nella storia del diritto.

Venosa

Oggi l’interno del castello è uno straordinario scrigno di reperti delle civiltà italiche del Vutture. Poco distante Venosa, l’antica Venusia, la città di Orazio, colonia romana fondata dai Pelasgi, attraversata dalla via Appia, in seguito fortezza longobarda e poi normanna. Il castello aragonese veglia ancora sulle vicende del borgo antico: d’intorno la suggestiva piazza porticata e nel cuore antico resti di colonne romane, artistiche fontane e splendidi esempi di palazzi nobiliari. In serata raggiungiamo Potenza/dintorni: sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

DOM 24 giu 2018
POTENZA, CASTEL LAGOPESOLE,
i Templari ad ACERENZA

Potenza, Piazza Mario Pagano

Prima colazione in hotel e pranzo in ristorante- Una passeggiata nel bel centro storico di Potenza, 830 m/slm il più alto capoluogo di provincia d’Italia, attraversato dalla via Pretoria, animata via cittadina del centro che si allarga nella centrale piazza Mario Pagano: qui sorge il duomo, originario del XIII secolo dedicato a a Gerardo La Porta, patrono della città. Quasi di fronte all’interno di Palazzo Loffredo, il Museo Archeologico nazionale della Basilicata, inaugurato nel 2005, bellissimo allestimento di reperti magnogreci e italici.

Lasciamo Potenza in direzione est sino a raggiungere Acerenza, cittadela murata medievale, nell’elenco dei Borghi più Belli d’Italia e dominata dall’imonente cattedrale del XI sec. di stile romanico- cluniacense, un insieme di segreti e tesori: marmi di età romana, figure di lapidi funerarie, colonnine di fattura greca, antiche acquasantiere, testine di scimmie… capolavoro di un arte plunsecolare fiorita in questo sud lontano, interpretata da artisti locali di rara sensibilità.

Castel Lagopesole

Punto strategico e di passaggio delle truppe crociate, una leggenda narra che la cripta della cattedrale sarebbe stata luogo di custodia del sacro Graal. Tutt’intorno, bei palazzi gentilizi e splendidi panorami.

Di ritorno la sosta a Castel Lagopesole, dimora ideale di Manfredi, figlio di Federico Il, che la privilegiò a Palermo, capitale del suo regno: al suo interno una chiesa in stile romanico consegnata nel suo originario splendore dagli ultimi restauri. Rientro serale in hotel, cena e pernottamento.

LUN 25 Giu 2018
Il Parco Nazionale
delle PICCOLE DOLOMITI LUCANE:

borghi di CASTELMEZZANO e PIETRAPERTOSA

Piccole Dolomiti Lucane

Prima colazione in hote e pranzo in ristorante. Raggiungiamo il vicino parco Nazionale di Gallipoli-Cognato, detto anche delle Piccole Dolomiti Lucane, uno degli ambienti più incontaminati e ricchi di risorse naturalistiche in Italia. All’interno del parco i due paesi più caratteristici di tutta la Basilicata, entrambi nell’elenco dei Borghi più Belli d’Italia: Castelmezzano e Pietrapertosa, cui sono legati tradizioni e riti arborei tra i più antichi di tutto il territorio nazionale. Pietrapertosa è incastonata in un paesaggio dolomitico di guglie frastagliate e rocce inclinate: si adagia su una massa pietrosa scoscesa (Pietra Perciata) sulla cui sommità un antico castelliere saraceno, l’Arabata, ancor’oggi l’impianto della parte più antica del paese, una piccola casbah accudita in un grembo di arenaria. Il paese ha vecchie case signorili, splendidi portali, stradine ripide e tortuose, chiuso tra la Chiesa Matrice e il convento francescano. Castelmezzano fu potente roccaforte longobarda definito nel 2007 da Budget Travel (settimanale americano)

Catelmezzano

…la migliore località del pianeta di cui mai si è sentito parlare: adagiato a una parete di guglie e picchi, in un fantastico paesaggio di roccia, Castro Mediano ha conservato l’originario impianto urbanistico medioevale: agglomerato concentrico di case arroccate in una conca rocciosa con una presenza irreale della roccia inserita nelle costruzioni. Al termine rientro in hotel, cena e pernottamento.

MAR 26 Giu 2018
METAPONTO e le Tavole Palatine,
PISTICCI, CRACO il paese fantasma

Metaponto

Prima colazione in hoteL e pranzo in ristorante. Partenza alla volta di Metaponto, fondata dai greci dell’Acaia, una delle più importanti città della Magna Grecia, luogo natale di Pitagora che qui visse e opero, alleata di Pirro nella battaglia di Heraclia e punita da Roma, ospitò Annibale e Roma la distrusse. Nell’area archeologica le celeberrime Tavole Palatine, resti di un tempio dorico del VI sec. a.C. dedicato ad Hera. Nel Museo Archeologico testimonianze dall’età preistorica a quella romana. Ci trasferiamo a Pisticci, cittadina di grande fascino ed eleganza, detta il balcone sullo Jonio, circondata dall’ affascinante paesaggio dei “Calanchi” lucani: già dall’ingresso del paese e possibile subito scorgere uno scorcio del più suggestivo rione del paese, il Dirupo, annoverato dal Ministero dei Beni Ambientali nell’elenco delle “100 Meraviglie d’Italia da salvaguardare” caratterizzato dalle tipiche casedde, piccole casette a schiera di colore bianco, dal tetto spiovente, singolari esemplari di architettura contadina, che sembrano aggrapparsi al pendio. Passaggio per la città fantasma di Craco, set cinematografico di famosissimi film, abbandonata negli anni ’60 a causa di una frana, paesaggio lunare. In serata sistemazione in hotel nel Metapontino: cena e pernottamento.

MER 27 Giu 2018
Santuario di S. MARIA D’ANGLONA,

ALIANO, ROTONDELLA
e il parco letterario di Carlo Levi,

Parco letterario Carlo Levi

Prima colazione in hote e pranzo in ristorante. Raggiungiamo la splendida cattedrale romanica di Santa Maria d’Anglona, su un pianoro panoramico tra l’Agri e il Sinni, monumento nazionale elevato a Pontificia Basilica Minore da papa Giovanni Paolo II: all’interno splendidi affreschi risalenti al XII sec. Proseguimento per Aliano, il borgo circondato da un paesaggio infernale di burroni e calanchi, il luogo dell’esilio di Carlo Levi, l’autore di Cristo si è fermato ad Eboli, romanzo evocativo delle indicibili condizioni della vita contadina di questi paesi e di tutto il materano. L’esperienza ad Aliano traccerà in maniera indelebile tutta la sua produzione letteraria ed artistica: alle genti di queste terre rimarrà legato per sempre, nell’amicizia e nei continui ritorni: ad Aliano è sepolto nel piccolo cimitero. Una passeggiata nel borgo consentirà di riconoscere luoghi, botteghe, chiese, piazze, antefatti e case di tanti personaggi descritti nei suoi romanzi.

Rotondella

Nel pomeriggio la visita di Rotondella, il Balcone dello Ionio, centro storico a spirale rivestito di antiche abitazioni abbellite da settecenteschi balconi in ferro, decorativi portali e mascheroni in pietra lavorata disseminati lungo le vie del paesino. Un vero colpo d’occhio sono le singolari “Lamie” di Bitonte, seicenteschi archi in pietra a volta proprio sotto il calpestio del palazzo di proprietà della famiglia Bitonte, da cui prendono il nome. Dalla sommità del colle su cui sorge, una delle viste più emozionanti del circondario tra l’orizzonte del mare, le bionde colline tutt’intorno e più in lontananza le imponenti vette del Pollino. In serata trasferimento in hotel nei dintorni di Matera: cena e pernottamento.

GIO 28 Giu 2018
MATERA, volo Bari/Bologna (o TS)

Matera Sasso

Prima colazione in hote e pranzo libero. Visitiamo Matera famosa nel mondo per il suo eccezionale centro storico, in particolare per i suoi rioni più caratteristici, il Sasso “Caveoso” ed il Sasso “Barisano”, che assieme al rione “Civita” formano un complesso nucleo urbano, oggi indicato come I Sassi di Matera, dal 1993 inclusi dall’ U.N.E.S.C.O. nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Per “Sasso” si intende quartiere scavato nella roccia, ed i Sassi di Matera sono letteralmente intagliati a ridosso di un profondo burrone, la Gravina: sui Sassi l’Uomo sin dalla preistoria ha creato straordinari complessi urbanistici posti su pendii scoscesi, impressionante intrico di dimore ed edifici di varia natura scavati nel tufo, un labirinto caotico percorso da strade strette e gradinate, spesso sostenute dalle case sottostanti. La visione del ‘Sasso Caveoso’ e del ‘Sasso Barisano’, la parte vecchia della città, desta emozione e stupore. Lasciamo Matera alla volta di Bari/aeroporto: formalità d’imbarco e partenza con volo Ryanair (o Volotea) alle 21h35 con arrivo a Bologna (o TS) alle 22h40. Da qui proseguimento verso i luoghi di provenienza.

ISCRIZIONI

QUOTA € 850,00 (Minimo 30 partecipanti)— Supplemento singola € 140,00

ISCRIZIONI da subito filo ad esaurimento post ed entro il 28 Febbraio 2018 presso la LIRA VIAGGI t 042171932 cel 349 5715108

Sig.a ANNAMARIA Lorenzin t 042173792 cel 339 5836969 con versamento acconto di € 300,00 e saldo entro 31 Maggio 2018.

Le ISCRIZIONI si perfezionarlo previa lettura delle condizioni di viaggio e compilazione del MODULO DI ISCRIZIONE

LA QUOTA COMPRENDE: trasferimento con pullman riservato all’aeroporto di partenza – andata: volo Easyjet Venezia/Napoli e ritorno Bari/BOLOGNA (o TS) – tasse aeroportuali e franchigia bagaglio 20 kg stiva + 10 kg a mano – pullman locale per tutto il tour in Basilicata -sistemazione in hotels *3/*4 stelle – trattamento di mezza pensione con bevande incluse ai pasti – ingressi: Castello Federiciano di Melfi e Castel Lagopesole, Museo Archeologico di Potenza, area archeologica di Metaponto, chiese Rupestri di Matera – assistenza di accompagnatore e guida Lira Viaggi – assicurazioni di viaggio AMI ASSISTANCE. NON COMPRENDE: pranzi, quanto non menzionato alla voce la quota comprende, assicurazione ANNULLAMENTO VIAGGIO (€ 25,00).

Canale Youtube
Youtube canale Associazione Lorenzin